Innovazione

Giornata del Made in Italy in Cefriel: il buon management che conta

News

Aprile 24, 2024

Questo incontro è stato l’occasione per riflettere sui valori, i principi e le metodologie del buon management, partendo dal racconto di esperienze italiane di innovazione, resesi possibili grazie a leader capaci di guidarle.

Tra i partecipanti dell’evento Antonio Palmieri, autore di Tecnologia Digitale e fondatore di Pensiero Solido, Raffaella Cagliano, Direttore del Dipartimento di Ingegneria Gestionale del Politecnico di Milano e Alfonso Fuggetta, Amministratore Delegato e Direttore Scientifico di Cefriel. A moderare l’evento è stato Enrico Pagliarini, giornalista e conduttore Radio24 Il Sole 24 ore.

Pagliarini ha introdotto l’argomento usando la metafora del mosaico, quale insieme di tasselli che compongono la vita professionale, e che si ritrovano e prendono vita anche nel libro di Alfonso Fuggetta “Alla ricerca del buon management”.
“Ho scritto questo libro – ha detto Fuggetta – perché mi sono reso conto di avere tante piccole pillole di buon management che sono il risultato di storie vissute con le imprese in discussioni, riunioni, confronti dove emergevano le tematiche del management e della buona organizzazione di impresa”.

Raffaella Cagliano, partendo da una riflessione circa la generalizzata mancanza di cultura manageriale in alcune imprese, soprattutto medio-piccole, ha evidenziato la necessità di innovare il sistema manageriale e di leadership attuale. “La sfida – ha detto Cagliano . non è solo dare le basi di buon management, ma anche cercare di capire come deve evolvere la leadership e il pensiero manageriale rispetto a come sta evolvendo il contesto in cui le imprese operano.”

A presentare il Manifesto della Leadership che serve, un decalogo che presenta in modo sintetico le caratteristiche che un leader deve avere per costruire il cambiamento, è stato Antonio Palmieri. “Per innovare – ha affermato il fondatore della Fondazione Pensiero Solido – è necessaria una leadership contemporanea e per questo abbiamo lavorato a questo manifesto, che abbiamo presentato lo scorso 18 marzo a Milano e che raccoglie principi e criteri utili per raggiungere gli obiettivi di una organizzazione temporanea che sappia mettere al centro le persone”.