Sea sviluppa con Axway un “ecosistema digitale”

SEA ha scelto la soluzione di API Management di Axway per poter sviluppare nuove applicazioni e servizi in modo rapido ed efficiente, riducendo il time-to-market e promuovendo il miglioramento della customer experience e la realizzazione di un nuovo ecosistema di condivisione delle informazioni all’interno della propria organizzazione e con i partner esterni. […]

Per il prossimo futuro SEA sta perseguendo un obiettivo ambizioso, un progetto di smart digital ecosystem denominato SEA020. In questa iniziativa SEA è supportata da Cefriel, centro di eccellenza ICT del Politecnico di Milano, che si sta occupando della definizione degli aspetti organizzativi e di processo per la governance operativa dell’ecosistema e degli approcci per il costante onboarding di nuovi interlocutori.

L’aeroporto diventa così un vero ecosistema digitale grazie al quale è possibile scambiare, secondo regole predefinite, informazioni non solo tra i diversi attori interni ma interagendo in modo ampio con l’intero sistema territoriale, raccogliendo informazioni provenienti dal mondo esterno – regione, ente turistico, aziende di mobilità, vettori, territorio, alberghi, e altri. Axway sarà ancora una volta accanto a SEA per promuovere tale trasformazione.

Per saperne di più, leggi l’articolo su travelquotidiano.com…

I film e la musica su Internet? Si tutelano con il Blockchain

Dal Blockchain alla carta d’identità digitale: ecco le nuove proposte di riforma della direttiva europea sul Copyright in fase di gestazione. Gli editori tradizionali affilano le armi per contrastare la pirateria digitale che nell’ultimo anno ha sottratto dalle loro casse ben 686 milioni

[…]

«È una tecnologia che consente di tracciare in maniera sicura e diffusa su più server l’origine di un video, di un brano musicale o di qualsiasi altro prodotto. Potrebbe rappresentare una sorta di notaio digitale che fornisce un’identità certa ai contenuti» […]

Leggi l’articolo I film e la musica su Internet? Si tutelano con il Blockchain di Flavia Gamberale Fraticelli, con l’intervista ad Alfonso Fuggetta, pubblicato su Corriere Innovazione del 29 giugno.

Cefriel riceve l’AwaRDS Speciale Lavoro Agile a Best Stage 2017

Martedì 20 giugno, Cefriel ha ricevuto l’AwaRDS Speciale Lavoro Agile nel corso dell’evento annuale “Best Stage”, durante il quale anche quest’anno la Repubblica degli Stagisti, testata online di riferimento per i giovani nel momento di passaggio dalla formazione al lavoro, ha premiato le aziende migliori per i giovani.

 

 

 

 

La direttrice della Repubblica degli Stagisti, Eleonora Voltolina, ha infatti consegnato i premi alle aziende che si sono particolarmente distinte per alcuni aspetti della loro policy verso i giovani.

Perché l’innovazione non si fa in università

L’università crea know how, conoscenza; a volte riesce ad arrivare ai prototipi. L’università in senso stretto non ha interesse nè la capacità di costruire prodotti e/o servizi da offrire sul mercato. Non è in grado né di completare la fase di Value Creation né tanto meno di portare avanti quelle di Value Capture e Value Delivery. […]

Non è una questione di bravura o attitudine personale, ma di una differenza sostanziale e strutturale tra le dinamiche proprie delle attività di ricerca e quelle di innovazione che rende quest’ultima intrinsecamente complessa per una struttura accademica. Gli atenei che cercano di superare questo problema lo fanno con strutture esterne o comunque autonome che operano secondo dinamiche e modelli decisionali differenti.

Leggi l’articolo Perché l’innovazione non si fa in università di Alfonso Fuggetta, pubblicato su TechEconomy del 29 maggio.

Una trasformazione per far crescere il valore di business

Il 2 marzo scorso si è tenuta al Politecnico di Milano la quarta edizione dell’evento Agile for Innovation, organizzato da Cefriel, Agile Reloaded e Politecnico di Milano. Con oltre 200 partecipanti, Agile for Innovation si è confermato un appuntamento importante per tutti coloro che sono interessati al mondo delle metodologie agili.

Leadership e trasformazione culturale, rapporto cliente – fornitore, sviluppo e rilascio di software funzionante: questi alcuni dei temi più sentiti tra coloro che stanno adottando o hanno già cominciato ad adottare approcci agili e che sono stati oggetto di approfondimento durante la giornata. A conclusione dell’evento, l’atteso intervento di Dave Snowden su “Innovation, a new perspective” e l’intervista esclusiva rilasciata a Cefriel.

Leggi l’articolo Una trasformazione per far crescere il valore di business con l’intervista a Dave Snowden, pubblicato su MokaByte di Aprile 2017.

“Il frigo è smart”: la nostra innovazione IoT raccontata da Coca-Cola

Nei prossimi mesi ben 10mila refrigeratori di Coca-Cola situati in Europa centro-orientale diventeranno intelligenti e connessi. Il progetto, realizzato in collaborazione con il digital innovation and design shop Cefriel, si chiama proprio “Smart cooler”.

Oggi – spiega Giovanni Paltenghi, Business Development Director di Cefriel – tutti noi siamo abituati a interagire costantemente con il nostro smartphone per cercare informazioni, rimanere in contatto con i nostri amici, effettuare acquisti. Con l’inserimento dell’intelligenza digitale nei frigoriferi Coca-Cola, si può abilitare un canale di comunicazione innovativo tra il consumatore e il cooler sia attraverso schermi e display presenti nella macchina, sia attraverso lo smartphone del consumatore. In questo modo si possono scambiare informazioni e abilitare servizi che rendono l’esperienza dell’utente più ricca e interattiva: dalla localizzazione del cooler più vicino, al pagamento del prodotto mediante il telefono, dall’abilitazione di contenuti esclusivi (come audio o video musicali), all’accumulo di punti per ogni acquisto effettuato, da giochi e contest, alla possibilità di condividere l’acquisto grazie all’integrazione con i principali canali social

 

Alcune di queste funzioni saranno implementate nei distributori Coca-Cola, come sottolinea Nicola Aliperti, Global IT Digital Marketing Service Manager: “Parte degli smart cooler attivati nel progetto pilota consente l’interazione con i nostri consumatori che, attraverso i beacon, una tecnologia di trasmissione di piccoli messaggi entro brevi distanze, possono ricevere notifiche di offerte promozionali, come per esempio coupon da riscattare, o contenuti speciali e personalizzati per il consumatore”.

[…]

Il progetto “Smart cooler” è frutto di un lavoro di squadra tra i professionisti Cefriel e Coca-Cola, dove ognuno ha contribuito con il proprio know-how specifico: Cefriel con la conoscenza delle possibilità e del grado di maturità delle tecnologie digitali candidate, delle innovazioni in essere e in divenire, dei nuovi servizi abilitati e del valore di business generato, Coca-Cola con la conoscenza del contesto di business specifico, dei refrigeratori e dei processi operativi, dei consumatori e dei loro gusti e bisogni.

Leggi tutta la storia “Il frigo è smart” raccontata da Coca-Cola …

Bosch Italia forma i talenti 4.0

Il progetto italiano, che anche per la multinazionale tedesca rappresenta un’esperienza pilota, prende il via dopo una fase di selezione che ha esaminato oltre mille candidature da tutta Italia. […] I giovani prescelti, in arrivo dai Politecnici di Milano, Bari, Torino, e poi da Pavia, La Sapienza, Brescia, Padova, Firenze, verranno inseriti in azienda all’interno del network del gruppo con un contratto di apprendistato di alta formazione di due anni, durante i quali frequenteranno un master esclusivo in Industry 4.0, frutto della collaborazione tra il Cefriel – Politecnico di Milano e Tec, la Scuola di Formazione del Gruppo Bosch in Italia.

Leggi l’articolo Bosch Italia forma i talenti 4.0, pubblicato su Il Sole 24 Ore – Imprese & Territori di martedì 11 aprile 2017.

Al via l’esclusivo Master Industry 4.0 con Bosch e Cefriel-Politecnico di Milano

Si è svolto oggi, presso l’Auditorium Robert Bosch di Milano, il kick-off del progetto Bosch Industry 4.0 Talent Program (bi.t), il Graduate Program d’eccellenza di Bosch che in collaborazione con Cefriel – Politecnico di Milano lancia il primo Master italiano Industry 4.0.

I 15 giovani talenti selezionati, a valle delle oltre 1.000 candidature ricevute, saranno inseriti in azienda con un contratto di apprendistato di alta formazione di due anni, durante i quali frequenteranno un Master esclusivo in Industry 4.0, frutto della collaborazione tra il Cefriel – Politecnico di Milano e TEC, la Scuola di Formazione del Gruppo Bosch in Italia. Si tratta del primo percorso in Italia sviluppato in collaborazione con un’azienda e totalmente dedicato a questo tema.

Durante il kick-off dell’esclusivo Master in Alto Apprendistato, il saluto di Alfonso Fuggetta e l’intervento di Fabio Giani di Cefriel alla tavola rotonda “Industry 4.0: The Future of Engineering & Manufacturing”.

Leggi il Comunicato Stampa …

Al via l’Ecosistema Smart City delle merci

Nasce a Malpensa una rete di servizi per lo scambio dati tra gli operatori del cargo aereo

Giovedì 30 marzo, a Milano presso la sede di ANAMA, si è tenuta la presentazione dell’Ecosistema Smart City delle merci, che consente a tutti i protagonisti della filiera di condividere le informazioni di rispettivo interesse nel ciclo di trattamento delle merci aeree in arrivo e in partenza nell’aeroporto di Malpensa.

Nell’ambito del progetto, avviato dai soggetti promotori Regione Lombardia, SEA, ANAMA e Assohandlers, Cefriel ha svolto il ruolo di coordinatore tecnico-scientifico.

Marina Marzani, Presidente di ANAMA, ha messo in evidenza i vantaggi che ci si aspetta di ottenere dall’ecosistema, quali a esempio la riduzione dei tempi di carico/scarico delle merci presso la cargo city, l’efficientamento del sistema di appuramento delle bolle in esportazione e la tracciabilità della spedizione lungo tutta la filiera.

Il progetto L’ecosistema digitale Malpensa Smart City delle Merci, come sottolineato dai soggetti promotori, consente al principale aeroporto cargo italiano di mettersi al livello dei più importanti aeroporti del mondo.

Leggi il comunicato stampa

Per saperne di più sull’ecosistema digitale Malpensa Smart City delle Merci

The European House – Ambrosetti nuovo socio di Cefriel

Ambrosetti entra nella compagine sociale di Cefriel. Il Gruppo professionale, leader nella Consulenza Direzionale, amplia la compagine sociale di Cefriel, già composta da quattro università, Regione Lombardia e grandi aziende dei settori Hi-Tech, Telco, Media e Energy.

“La collaborazione tra Cefriel e The European House-Ambrosetti si svolge nell’ambito della digitalizzazione e dell’innovazione e si rivolge ad aziende con un elevato potenziale di crescita, intenzionate a migliorare la propria competitività e posizione di mercato grazie all’impiego di tecnologie digitali. L’ingresso di The European House – Ambrosetti tra i nostri soci ci onora e contribuirà a rendere la collaborazione sui progetti ancora più efficace”, commenta Alfonso Fuggetta, AD e Direttore Scientifico di Cefriel.

Leggi il Comunicato Stampa The European House – Ambrosetti nuovo socio di Cefriel.